Esibirsi in regolaNews

Agibilità per lavoratori dello spettacolo

Facciamo chiarezza ed evitiamo errori che possono portare guai seri.

Agibilità per lavoratori dello spettacolo (INPS ex ENPALS)

Cerchiamo di spiegare cos’è la fantomatica Agibilità per lavoratori dello spettacolo.

il Certificato di Agibilità è un documento preventivo attraverso il quale il datore di lavoro, committente o titolare dell’impresa di spettacolo, segnala all’INPS che un lavoratore si esibirà il giorno X nella location Y e per tale esibizione percepirà un compenso sul quale verranno versati i contributi previdenziali INPS sul fondo pensione lavoratori spettacolo.

Evidenziamo prima di tutto il termine “preventivo” ovvero che deve essere fatto prima dell’esibizione.

Che sia un mese o un ora prima poco importa, è essenziale venga fatto anticipatamente rispetto all’inizio della performance.

Due le motivazioni:

1) In caso di controlli in serata il documento dev’essere già visionabile

Nel documento di Agibilità è indicata data e orario del rilascio con tanto di marca temporale, quindi assolutamente non modificabile.

Attenzione: non è possibile farlo quando si vedono entrare gli ispettori in locale, perché in questo si compierebbe un illecito, esattamente come non puoi fare l’assicurazione dell’auto solo quando hai già fatto un incidente stradale.

2) Non è tecnicamente possibile creare un’agibilità il giorno successivo a quello dell’evento.

Perchè sarebbe ovviamente illegale per gli stessi motivi del punto precedente e infatti Il portale INPS non  permette operazioni con data retroattiva.


Quanto costa l’agibilità?

il documento viene emesso dall’IPNS senza alcun costo!

L’impresa, sia questo il datore di lavoro, il committente o l’artista che ha partita IVA, attraverso il suo profilo INPS aziendale richiede l’agibilità e questo non comporta nessun tipo di spesa.

Sono invece da pagare le trattenute sul compenso lordo erogato al lavoratore che sono, come in qualunque altro tipo di impiego, una percentuale.

Per quanto sopra ribadiamo un concetto molto importante:

Chi  propone “agibilità a costo fisso” sta facendo un’attività fraudolenta che implica l’evasione contributiva e fiscale.

In genere si tratta di finte associazioni dalle quali è consigliato stare ampiamente alla larga.

(leggi il nostro articolo dedicato cliccando qui)


Quali adempimenti derivano dall’agibilità?

Il datore di lavoro, il committente o l’artista con partita IVA, dovrà fare la denuncia contributiva ed il versamento degli F24 con i relativi contributi conteggiati sull’imponibile lordo.

Questi adempimenti, per i nostri iscritti, sono redatti dal nostro ufficio, quindi nessuna scartoffia per l’artista e per il committente: è il metodo più facile, sicuro, economico e professionale. (vedi qui)


Cosa NON è l’agibilità?

NON è un “abbonamento per andare a suonare”.

Purtroppo c’è ancora chi pensa che l’agibilità sia una sorta di lasciapassare che si paga al fine di andare ad esibirsi, ma è ovvio che le cose stanno in modo diverso .

se vuoi capire come funziona, leggi qui


Approfondimenti

Rischi per l’artista non in regola

Ma se mi esibisco gratis?

Lascia un commento

Back to top button